YOGA CHITTA VRITTI NIRODA

“Il controllo delle modifiche della sostanza mentale è Yoga – Yoga Sutra di Patajali”

Raja Yoga è il sentiero della concentrazione e della meditazione. Basato sulla perfezione etica. Offre un approccio sistematico per ottenere il controllo sulla mente. Va bene per le persone che amano utilizzare la forza di volontà nel gestire le situazioni della vita e che desiderano conoscere tutti gli aspetti della loro mente. I Raja Yogi cercano di raccogliere e dirigere tutta la loro energia mentale verso il compito che gli si presenta in modo da comprenderlo con chiarezza e portarlo a termine nel modo più efficiente.

La vostra vera natura, l’Io è una Luce radiosa che brilla sempre dentro di voi. La mente è come uno specchio. L’Io è riflesso nello specchio della mente. Se lo specchio si altera o è disturbato vederete un’immagine distorta. Se vi identificate con l’immagine vi sentirete turbati. Quindi anche se il vostro vero Io è sempre lo stesso vi sentirete alterati o confusi nella mente. Lo scopo del Raja Yoga è di rendere la mente pura e calma. Quando lo realizzate sentite di essere ritornati, avete un immagine fedele e un’esperienza di Pace e Gioia che è la vostra vera natura.

La meditazione è l’esperienza della nostra intima essenza, di ciò che si cela dietro la cortina delle preoccupazioni e delle emozioni che affollano quotidianamente le nostre vite. La meditazione non è qualcosa che si può descrivere, non è qualcosa di definibile. Essa può essere appresa solo con l’esercizio e la pratica. Quando la congestione dei pensieri si dissolve e la mente tace è possibile la meditazione, intesa come silenzio prezioso nel quale diventa possibile accedere alla nostra personale verità.

La meditazione dona forza spirituale, pace nuovo vigore e vitalità. E’ il più sopraffino fra tutti i tonici per la mente. Il fuoco della meditazione annienta tutto ciò che è prodotto dal vizio. E all’improvviso arriva la conoscenza, la saggezza divina che ci guidano direttamente all’evoluzione.

 

“Nella mente ha origine la sofferenza; nella mente ha origine la cessazione della sofferenza.” (Buddha Siddhārtha Gautama)