PRANAYAMA (Tecniche di respirazione)

 

“Il Prana è la forza vitale che pervade tutto l’intero universo, esiste in ogni cosa ed è la bioenergia che attiva l’organismo umano,
la vita all’interno del seme che gli consente di crescere.” (Swami Satyananda)

 

La respirazione è una funzione primaria, un processo biomeccanico prevalentemente inconscio collegato alla vita emotiva della persona: da una parte esprime emozioni, dall’altra le condiziona. In un respiro fisiologico, la repirazione ha una fase attiva di contrazione nell’inspirazione e una fase passiva nell’espirazione.

Una persona che respira in modo scorretto non ha questa alternanza, ma mantiene uno stato di contrazione maggiore del necessario anche in fase espiraratoria, quindi tutto il livello di tensione dell’organismo aumenta. Da questo si può dedurre l’importanza della respirazione nella nostra vita fisica, mentale ed emotiva.

Tutti i grandi maestri yoga concordano nell’affermare che: “si può vivere per diverse settimane senza mangiare, vari giorni senza bere, alcuni minuti senza respirare, ma neppure una frazione di secondo senza il Prana.” Che cos’è il Prana? Il Prana è la nostra energia che scorre all’interno dei canali definiti, attraverso il sistema nervoso simpatico e parasimpatico, attraverso il midollo spinale. La manifestazione del Prana è il nostro respiro.

La parola Pranayama significa controllo dell’energia attraverso il respiro. Prepara la mente per la meditazione. Calma e purifica il sistema nervoso. Purifica il sangue. Rivolge la mente verso l’interno. Aumenta la resistenza all’attacco di infezioni e malattie. Stimola il sistema nervoso parasimpatico. Rilassa i muscoli dello scheletro. Aiuta la rigenerazione cellulare.